Sport appena svegli per dimarire

"Gentile dottoressa, Ho letto su internet che per dimagrire in maniera efficace aiuta molto correre o fare esercizi appena svegli, senza mangiare o bere niente. In questo modo il corpo non avendo consumato carboidrati brucia subito i grassi, con un dimagrimento rapido ed efficace. Posso correre a stomaco vuoto? Se sì, quanti minuti dovrei dedicare a questa attività? Grazie”.

 

Salve, per rispondere alla sua domanda dobbiamo valutare in breve, se è meglio mangiare prima o dopo un esercizio fisico (naturalmente facciamo riferimento ad una attività fisica leggera e non agonistica).

Secondo uno studio1 un po’ datato correre al mattino a stomaco vuoto non aumenta il costo energetico dell’attività fisica cioè le calorie “bruciate” sono sempre le stesse, sia che sia stato consumato un pasto e sia a digiuno, cambia però il substrato metabolico ossidato, cioè dopo aver consumato il pasto ricaviamo energia dal glucosio disponibile nel sangue, a digiuno invece l’energia è ottenuta dalle riserve (grassi e proteine). Questo avviene perché dopo il consumo di un pasto aumenta la concentrazione dell’insulina nel sangue che stimola il catabolismo dei carboidrati sopprimendo la lipolisi. Quindi l’ossidazione dei grassi diminuisce dopo un pasto. L’ossidazione dei grassi è più elevata invece, dopo l’esercizio fisico, in particolare durante il periodo di recupero grazie all’aumento del flusso sanguigno al tessuto adiposo e con l’abbassamento del livello di insulina. Tuttavia, quando poco dopo l’esercizio fisico si consuma un pasto ricco in carboidrati2 il livello di ossidazione dei grassi scende drasticamente, aumenta l’ossidazione di carboidrati perché subito disponibili nel sangue.

Allora il consiglio che le posso dare è questo: se svolge un allenamento davvero intenso e lo pratica per più di mezz’ora, si svegli un'ora e mezza prima consumi la colazione e vada a correre, se ha meno tempo a disposizione (meno di un’ora) consumi una colazione più leggera (un succo di frutta, uno yogurt). Prima della corsa beva qualche bicchiere d’acqua per garantire al corpo una buona idratazione..

1 Energy metabolism during exercise at different time intervals following a meal. Willcutts KF1et al. Kansas State University, Manhattan - J Sports Med. 1988.

2 Does prior acute exercise affect postexercise substrate oxidation in response to a high carbohydrate meal? Wiley Long, et al. Colorado State University, Fort Collins- Nutrition & Metabolism 2008.

 

LINK su ViscianoTV http://www.viscianotv.it/web/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=54&Itemid=272&limitstart=2

In 'attesa' delle analisi

 

Salve dottoressa, Sono Monica e sono in dolce attesa da 6 mesi e mezzo, tra pochi giorni dovrei farmi le analisi del sangue, mi hanno detto che date le mie 'tempeste' ormonali mi dovrei aspettare valori anormali. Cosa e quanto dovrei mangiare per rendere veritiere il più possibile le analisi? Grazie anticipatamente per la risposta.

 

 

 

Cara Monica, ha ragione, in gravidanza si registrano alterazioni per così dire “fisiologiche” di alcuni valori ematochimici dovuti ai cambiamenti ormonali in atto. In particolare ci si aspetta una diminuzione del contenuto di emoglobina, il numero di globuli rossi leggermente ridotto, mentre risultano aumentati i valori dei reticolociti, dei globuli bianchi e delle piastrine. Anche un’ipercolesterolemia può essere fisiologica in gravidanza. É sempre importante però valutare lo stato personale perché per esempio, una gestante con pregressi problemi di ipercolesterolemia e aumento di peso eccessivo, con aumentati livelli di colesterolo totale e LDL in gravidanza potrebbe richiedere particolari prescrizioni, perciò resta fondamentale la supervisione degli esami ematochimici da parte del medico. Per quanto riguarda la preparazione agli esami del sangue è quella consigliata per ogni soggetto che si appresta ad eseguirle: rispettare un digiuno compreso tra le 8 e le 14 ore, durante il quale è consentito assumere soltanto minime quantità di acqua. Inoltre, nei giorni precedenti può essere importante seguire un'alimentazione equilibrata evitando gli eccessi, ma mangiando regolarmente.

 

LINK su ViscianoTV http://www.viscianotv.it/web/index.php?option=com_content&view=article&id=369:in-attesa-delle-analisi&catid=54&Itemid=272

Dieta con soli liquidi

 

Ciao dottoressa, ho saputo di una dieta basata quasi esclusivamente sull'assunzione di liquidi che però se prolungata per molto tempo potrebbe danneggiare il fegato. Di che si tratta? In attesa di risposta la ringrazio anticipatamente. Veronica

 

 

 

Gentile Veronica, le diete che prevedono l’esclusività di un alimento o in particolare di praticare una dieta con soli alimenti
 liquidi sono una moda, una trovata pubblicitaria per attirare l’attenzione di persone che cercano risultati veloci. Non si tiene debitamente conto che la perdita di peso deve essere accompagnata dall’acquisizione delle regole di una corretta alimentazione, perché si possano mantenere i risultati raggiunti. La dieta a base liquida può essere necessaria nei pazienti con bendaggio gastrico nel periodo post-operatorio o indicata in particolari stati patologici. Una sana alimentazione non esclude nessun alimento né tantomeno prevede liquidi in sostituzione di alimenti solidi.

 

LINK su ViscianoTV http://www.viscianotv.it/web/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=54&Itemid=272